RSS

WC Rio 2007 – terza giornata

16 Set
Casale e Quintavalle a un passo dalla medaglia. Italia in paradiso
Rio de Janeiro, 16 settembre 2007 (h 6.30).
I quinti posti di Giovanni Casale e Giulia Quintavalle ottenuti al termine della terza giornata dei campionati del mondo di Rio de Janeiro danno un tocco di straordinarietà alla prova della squadra azzurra. Era già record il numero di quattro qualificati per Pechino dopo le prime due giornate. Ora sono sei! E a questo punto vien da pensare che non è ancora finita. Nei 66 kg Giovanni Casale parte subito di gran carriera, fa fuori lo svedese Bengtsson (ippon in 4’21”), il kirghiso Baialinov (ippon in 2’38”), il portoghese Delgado (ippon in 4’29”), il moldavo Trudov (waza ari) e per fermarlo ci vuole il brasiliano Derly, il campione in carica che si è poi confermato. Nei recuperi l’azzurro riprende la marcia e passa sul mongolo Myaragchaa (ippon in 2’47”), sull’austriaco Mitterfellner (ippon in 1’00”) e si presenta alla finale per il bronzo dove lo attende Arash Miresmaeili. Un tipo, a dir poco, particolare l’iraniano che vinse due titoli iridati e salì sul podio con il corano in mano a Monaco 2001 e Osaka 2003, ma perse le Olimpiadi di Atene 2004 perché rifiutò il sorteggio, che al primo turno lo avrebbe opposto ad un atleta israeliano. Casale lo affronta alla grande, ma è costretto a cedergli il bronzo per un waza ari e yuko. Gli rimane la qualificazione per Pechino e la consapevolezza di avere un livello internazionale di primissimo piano. Nei 57 kg, Giulia Quintavalle compie un altro capolavoro. Parte spedita e liquida la venezuelana Barreto (ippon in 2’07”), l’equadoregna Villavicencio (yuko), la rumena Caprioriu (shido), prima di scontrarsi con Isabel Fernandez, spagnola, la leggenda di questa categoria. Un titolo olimpico, un titolo mondiale, sei titoli europei. L’azzurra non si fa intimorire, l’incontro finisce in parità, si va la golden score e lo shido decisivo, a favore della Fernandez, non convince più tanto. Si riparte nei ripescaggi, durissimi sulla carta, ma l’azzurra la mette sul pesante: ippon all’olandese Gravenstijn in 1’29” e ippon (3’20”) anche alla tedesca Boenisch, oro ad Atene e due argenti iridati. È finale per il bronzo, dove lotta alla pari con la giapponese Aiko Sato. Perde per un osae komi annunciato quando mancano solo 25” al termine. Quintavalle è quinta, ma il gioco di parole ha un suono magico, che proietta già a Pechino. Oggi quarta e conclusiva giornata con le categorie più leggere, 48 kg femminili e 60 kg maschili e l’Open maschile e femminile. Così gli azzurri. Nei 48 kg (41 atlete) Valentina Moscatt apre la poule C con la sudafricana Barreiro, mentre nei 60 kg (62 atleti) Elio Verde si trova nella poule D dove incontra Lumonika, della Repubblica del Congo. I sorteggi delle categorie Open invece saranno fatti alla conferma dell’iscrizione. I tabelloni di gara sono pubblicati nell’area Calendario Eventi del sito www.fijlkam.it
Fonte www.fijlkam.it  
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 settembre 2007 in Senza categoria

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: