RSS

Judo e Psiche: perché imparare a lottare è così importante?

07 Ott
Judo - Men -66 kg Final - Gold Medal Contest

2016 Rio Olympics – Judo – Final – Men -66 kg Final – Gold Medal Contest – Carioca Arena 2 – Rio de Janeiro, Brazil – 07/08/2016. Fabio Basile (ITA) of Italy celebrates. REUTERS/Toru Hanai

Molte volte sentiamo dire che lo Sport e la Vita si assomigliano per tantissimi aspetti. In uno sport, molto probabilmente più di altri, questo binomio è indissolubile: il judo. Esistono infatti alcune capacità che si imparano attraverso la pratica del judo ma che poi si possono utilizzare nella vita di tutti i giorni.

Iniziando la pratica del judo da bambini si sviluppano dall’inizio delle competenze di base, a livello motorio, cognitivo e psicologico: lottare, confrontarsi con gli altri e con se stessi, migliorare l’attenzione e la concentrazione, gestire il proprio corpo in movimento in un determinato spazio, cadere.

Da un punto di vista strettamente psicologico, due abilità in particolare, vengono acquisite da bambini e diventano fondamentali anche da adulti: imparare a lottare e a cadere (e rialzarsi).

La lotta nei bambini è l’espressione di un comportamento spontaneo e svolge una funzione ludica ed educativa importante. Nel judo, attraverso l’educazione alla lotta, la spontanea e naturale componente aggressiva trova una via agevole e controllata attraverso la quale esprimersi senza sfociare in comportamenti violenti.

Il judo è uno sport che prevede contemporaneamente il contatto e il movimento, è uno dei modi di sviluppare abilità motorie e cognitive ed usare la creatività. Il bambino attraverso questo specifico confronto, si mette alla prova, stabilisce una relazione con l’altro e migliora l’equilibrio psico-fisico.

Lottare comporta un ricorrente e produttivo confronto con se stessi, con le capacità acquisite verificandone ogni volta nuove modalità per utilizzarle. Un lavoro così completo, sia a livello fisico che mentale, non può che accrescere sempre più la consapevolezza (cosa l’atleta sa fare e quali sono i propri limiti) e la stima in se stessi, pur mantenendo un persistente radicamento con la realtà. Il confronto con l’altro avviene nel rispetto delle regole dello sport, è leale, senza alcun pericolo.

L’allenamento alla lotta è il modo in cui ognuno può trovare il proprio modo di esprimersi, sfruttando al massimo il proprio potenziale, imparando a riconoscere le proprie qualità e a superare i propri limiti.

La seconda importante competenza di base che si impara nel judo è a cadere.

Attraverso l’apprendimento delle cadute (Ukemi), il judoka impara a cadere senza alcun rischio, a salvaguardarsi. Da un punto di vista psicologico, non significa soltanto imparare correttamente un gesto motorio (le cadute) ma accettare la propria caduta e anche la sconfitta.

Conseguenza del cadere è il rialzarsi.  Rialzarsi vuol dire ripartire da capo, rimettersi in gioco anche dopo una cocente sconfitta, correggere gli errori. Questo è il primo passo per costruire la propria mentalità vincente.

Queste due competenze di base si sviluppano durante tutto il percorso sportivo dell’atleta, seguono la sua evoluzione e, una volta apprese, sono spendibili anche in altri contesti.

Dal tatami alla vita di tutti i giorni, attraverso un percorso di crescita sportiva e psico-fisica, grazie al quale si impara a riconoscere le proprie risorse, così come i propri limiti, a saper superare le sconfitte, a non arrendersi. Due abilità, quindi, che hanno anche una importante funzione psicologica.

A cura di Katya Iannucci, coordinamento provinciale FIJLKAM Imperia settore judo

Dal settimanale LARIVIERA, uscita del 06/10/2016

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 ottobre 2016 in ARTICOLI JUDO

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: